Il Dott. D’Agostino nel tavolo di Sileri sulla simulazione in sanità

Istituito dal Ministero della Salute il tavolo tecnico sulla simulazione in ambito sanitario

Il Presidente del Centro Formazione Medica, il Dott. Fausto D’Agostino, è stato inserito nel tavolo tecnico sulla simulazione in formazione in ambito sanitario, istituito su iniziativa del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.

Per la prima volta con il Decreto del 7 Aprile è stato istituito un “tavolo di lavoro tecnico dedicato alla promozione della simulazione in ambito sanitario attraverso la formazione e la ricerca, volto al miglioramento delle attività operative e tecniche nonché delle capacità comunicative degli operatori sanitari”.

Il tavolo è composto da medici di varie specializzazioni, esperti di formazione e simulazione in ambito sanitario ma anche di altri settori, come quello aeronautico, con l’obiettivo di individuare concretamente le migliori pratiche esistenti e definire gli obiettivi per l’utilizzo del fondo per la formazione in simulazione, inserito per la prima volta nella legge di bilancio 2022.

Sileri ha commentato: “l’importo stanziato per l’anno in corso è certamente inferiore a quello che avrei voluto, appena 500.000 euro, ma è solo un inizio. Ho fortemente voluto la costituzione del tavolo sulla simulazione in formazione perché sono convinto che possa contribuire a far migliorare notevolmente la qualità delle attività operative e tecniche “.

La formazione in simulazione è una metodologia che permette di ricreare le condizioni operative nelle quali si svolgerà l’attività del personale e consente quindi di valutarne con maggiore accuratezza l’appropriatezza e l’efficacia, nonché di individuare eventuali criticità organizzative.

La pandemia ci ha fatto capire quanto è utile l’addestramento nel settore sanitario di simulazione: avere a disposizione modelli e situazioni quanto più vicini possibili alle situazioni “real life” sarebbe stato fondamentale per mantenere elevati standard di formazione, allo stesso tempo, dare più opportunità di formazione ai giovani specializzandi e agli studenti che nei due anni di pandemia hanno avuto meno opportunità di fare esperienza sul campo.

Il tavolo di lavoro dovrà concludere le proprie attività entro il 15 luglio 2022 stilando un documento con una mappa della situazione attuale, l’evidenziazione delle carenze riscontrate e la proposta di una road map di ciò che occorre fare per incardinare finalmente in maniera stabile la simulazione nel processo formativo ed aiutare i sistemi sanitari regionali a dotarsi di sistemi di simulazione.

Leave A Reply